Main content

Facilitazione linguistica

PROPOSTA PER UN ITINERARIO DI FACILITAZIONE LINGUISTICA IN ITALIANO L2 RIVOLTO AD ALUNNI STRANIERI

PREMESSA
Favorire l’inserimento e l’integrazione degli alunni stranieri nelle nostre scuole significa innanzitutto fornire gli strumenti linguistici ed extralinguistici che consentano agli stessi di costruire relazioni significative e di partecipare alle attività di classe. L’apprendimento può aver luogo o comunque diventare più efficace quando il mondo affettivo di chi apprende non è ignorato o trascurato, ma reso oggetto di considerazione positiva.

OBIETTIVI
Gli obiettivi saranno stabiliti a seguito di una ricognizione generale sugli apprendenti che tenga conto:
della situazione di partenza: la sfera personale, gli aspetti cognitivi, le conoscenze pregresse e il grado di scolarizzazione;
del livello di competenza linguistica in italiano L2;
dei loro bisogni, interessi, inclinazioni;
del feedback degli insegnanti curricolari e dei referenti del Progetto.

Insegnare l’italiano a stranieri significa non solo perseguire degli obiettivi immediati, ma anche mete a lungo termine. Le mete che la nostra proposta si prefigge di realizzare sono di due tipi:
glottodidattiche: lo sviluppo della competenza comunicativa (le abilità linguistiche primarie ed integrate) e della competenza matetica (imparare ad imparare una lingua).
educative: lo sviluppo della capacità di relazionarsi usando l’italiano L2 nelle tre sfere fondamentali dell’interazione umana: “Io”, “Io e Te”, “Io e il Mondo”.

DESTINATARI
Alunni stranieri della scuola dell’obbligo e della scuola superiore.

OPERATORI
Insegnanti qualificati ed esperti nell’insegnamento dell’italiano come L2.